Home / Benessere / Quali Attività svolgere in una Spa

Quali Attività svolgere in una Spa

Una persona che non ha mai avuto l’opportunità di recarsi in una spa potrebbe rimanere sorpresa nello scoprire la quantità e la varietà di attività che si possono svolgere e a cui ci si può dedicare in un centro benessere. L’obiettivo deve essere uno solo, e cioè quello di rilassarsi: vuol dire che per qualche ora si può dire addio alle preoccupazioni della vita di tutti i giorni, staccando la spina dallo stress e dal lavoro, senza pensare a scadenze o a compiti incombenti.

Il bagno turco e la sauna

Tra gli ambienti più apprezzati di una spa ci sono, senza dubbio, il bagno turco e la sauna. In realtà sarebbe più corretto parlare di saune al plurale, dal momento che ve ne sono di diverse tipologie: le più calde sono le finlandesi. In qualsiasi caso prima di entrare è bene ricordarsi di farsi una doccia, avendo cura di asciugarsi con la massima attenzione. Il costume da bagno dovrebbe essere tolto, dal momento che impedisce una corretta evaporazione del sudore e, di conseguenza, rischia di causare delle irritazioni, specialmente in una zona del corpo molto sensibile. Anche i vari accessori che si è soliti indossare devono essere rimossi: via l’orologio, le collanine e i bracciali, ma anche gli occhiali. A proposito, è decisamente sconsigliabile entrare in una sauna avendo le lenti a contatto sugli occhi, visto che l’umidità e il calore rischiano di rovinarle o – ancora peggio – di rendere molto difficile la loro rimozione. Prima di una sauna non si dovrebbe consumare alcol e, in generale, sarebbe meglio evitare i pasti pesanti. Occorre avere con sé un asciugamano, utile sia per sedersi e appoggiarsi che per asciugarsi il sudore.



Una delle saune più gradevoli che si possano sperimentare, almeno nel Nord Italia, è quella del GrandHotel Tremezzo, che permette di vivere l’esperienza di una SPA Lusso Lago di Como in un contesto elegante e curato in ogni dettaglio.

Nelle saune più calde non si dovrebbe rimanere per più di una decina di minuti, mentre la permanenza può essere più lunga per le saune a infrarossi, dove le temperature sono meno elevate; esse, tra l’altro, sono consigliate a coloro che soffrono di pressione bassa. Nulla vieta di concedersi un “percorso saune”, partendo da quella meno calda per poi passare alle altre, in ordine di temperatura: l’importanza è che tra l’una e l’altra ci sia qualche minuto di pausa.

Per quel che riguarda il bagno turco, si ha a che fare con un ambiente decisamente umido: esso serve a incentivare la sudorazione e, con essa, l’espulsione di tossine. Dopo il bagno turco, si deve fare una doccia con acqua tiepida o fresca, prima di recarsi in sala relax e attendere che il corpo ritrovi la sua temperatura classica.

I massaggi e i trattamenti per la pelle

Ovviamente le spa sono anche il regno per eccellenza dei massaggi e dei trattamenti per la pulizia della pelle del viso e del resto del corpo. Essi dovrebbero eseguiti dopo che si è stati in sauna o nel bagno turco, visto che il calore garantisce una maggiore dilatazione dei pori e, quindi, fa in modo che le creme e gli oli che vengono applicati possano essere assorbiti in maniera più efficace. Prima di trattamenti estetici simili è bene non mangiare, o comunque concedersi dei pasti piuttosto leggeri, visto che si dovrà passare del tempo sdraiati: il consumo di alimenti pesanti potrebbe rallentare o complicare la digestione.