Home / Benessere / I Trattamenti Estetici per Ringiovanire: le ultime novità

I Trattamenti Estetici per Ringiovanire: le ultime novità

Tra i numerosi trattamenti estetici finalizzati a garantire un viso e un corpo più giovane, ce ne sono alcuni che negli ultimi tempi hanno conosciuto un successo notevole, venendo sempre più richiesti: è il caso, per esempio, delle iniezioni che permettono di sciogliere il grasso, rese possibili da un farmaco sintetico introdotto da poco nel nostro Paese e in grado di operare come l’acido desossicolico, una sostanza che il nostro corpo produce in maniera naturale.

Il farmaco consente di beneficiare di una pelle più tesa e di un sottomento che, per merito della rimozione del tessuto adiposo, appare più definito. Scompaiono, quindi, le cellule di grasso presenti nella zona del sottomento.

Il botulino e i filler

Uno dei trattamenti estetici che non passano mai di moda è il botulino: la tossina botulinica non viene impiegata unicamente per le rughe glabellari, presenti alla radice del naso e tra gli occhi, ma anche per le zampe di gallina. Una novità recente è rappresentata, inoltre, dal microbotulino: la tossina viene iniettata sulla scollatura e sul collo, intervenendo su rughe meno evidenti e contribuendo a far apparire la pelle più fresca.



A proposito di rughe da spianare, non ci si può dimenticare degli effetti positivi dei filler, che servono anche a dare più volume alle labbra; le formulazioni più attuali consentono di ridurre il dolore e, al contempo, assicurano una resa più naturale e destinata a durare più a lungo. L’impiego dell’acido ialuronico, invece, è consigliato per le occhiaie e per il naso: in questi casi, quindi, non è necessario un intervento chirurgico vero e proprio, ma ci si può accontentare di un trattamento estetico che ha il vantaggio di risultare molto meno invasivo.

Il peeling e le altre proposte

Il peeling sembra essere tornato al centro dell’attenzione dopo anni in cui pareva essere caduto nel dimenticatoio: lo si sfrutta per prevenire e contrastare la comparsa e la diffusione delle macchie sulla pelle tipiche del trascorrere degli anni. Dato che si tratta di una soluzione che prevede l’uso di acidi, è di fondamentale importanza rivolgersi a un professionista del settore per scongiurare il rischio di danni gravi o di conseguenze pesanti in caso di imprevisti o trattamenti non appropriati.

Gli ultrasuoni, poi, offrono l’opportunità di intervenire in zone che possono apparire più ostiche, come il terzo inferiore del viso e il collo. Con il calore che viene prodotto si va a stimolare il collagene, che assicura un risultato destinato a durare a lungo nel tempo rimodellando le zone interessante. Nulla vieta di integrare gli ultrasuoni con la biostimolazione a base di acido ialuronico o con il peeling.

Per la biostimolazione del volto, inoltre, si può fare riferimento alla carbossiterapia, che offre una resa apprezzabile anche nella lotta alla cellulite. Nel caso in cui essa venga abbinata al ricorso all’acido ialuronico, si dimostra un rimedio perfetto contro le occhiaie scure. Per un rimodellamento completo del corpo, invece, è preferibile che la carbossiterapia si inserisca in uno stile di vita sano, basato su un regime alimentare equilibrato e integrato dall’utilizzo della tecnica vacum per la stimolazione dei tessuti.