Home / Benessere / Benefici di una Colazione Proteica

Benefici di una Colazione Proteica

La colazione risulta essere il pasto principale della giornata, motivo per il quale si dovrebbe categoricamente evitare di optare per un digiuno appena svegli sino protratto sino all’ora di pranzo. Il momento della colazione viene descritto da tutti gli esperti nutrizionisti come un processo fondamentale di assunzione da parte dell’organismo proveniente da diverse ore di digiuno a seguito del riposo notturno.

Il primo pasto della giornata dovrà quindi prevedere un corretto apporto di calorie, non necessariamente derivanti dagli zuccheri. Molto spesso si tende in effetti ad associare una prima colazione al classico apporto di calorie dato dal latte e dai biscotti, oppure dai cereali, sottovalutando l’importanza e la possibilità invece di assumere un regime proteico a profusione e rilascio di maggiore energia.

Attraverso questo articolo ci occuperemo quindi di approfondire tutte le caratteristiche nutrizionali legate al consumo di un primo pasto mattutino a base proteica, soffermandoci in particolar modo sui consigli degli esperti.

 

Proteine a Colazione, una grande carica di energia per tutta la giornata

Il primo pasto della giornata risulta essere il più importante di tutti e seguire dei validi consigli per la colazione non solo ci aiuterà ad affrontare meglio la giornata ma, volendo, si riuscirà anche a perdere peso a patto che si decida di seguire un regime alimentare sano ed equilibrato.



Per quello che riguarda il consumo delle proteine la mattina, in alternativa ai classici zuccheri derivanti da uno stile alimentare a base di zuccheri, sotto la generale assunzione di latte e biscotti o cereali, si potrà invece optare per il salato sotto un maggior consumo di proteine.

Contrariamente a quanto si tende a credere una colazione proteica è in grado di andare a sostituire la classica prima colazione a base di zuccheri senza alcun rimpianto dal punto di vista nutrizionale e del gusto. Volendo rimanere sulla sfera del dolce si potrà allo stesso tempo unire il latte ai fiocchi d’avena, in alternativa ai classici cereali spesso e volentieri fonti eccessive di grassi e zuccheri.

In questo senso l’avena presenta numerose proteine unite ad un alto valore di fibre. In alterativa ai fiocchi d’avena singoli si potrà optare per un muesli di frutta secca o frutta fresca. Rimanendo in ambito dolciario si potrà abbinare lo yogurt bianco greco, generalmente magro, alla frutta fresca di stagione senza il bisogno di servirsi di dolcificanti o zuccheri, optando altrimenti per dei pancake proteici disponibili sotto forma di ricetta online. Optando invece per una prima colazione salata si potrà consumare del pane integrale in abbinamento a salumi magri, andando ad escludere il classico pane bianco impoverito dai nutrienti della farina.

Pur non dimostrandosi un’abitudine di stampo italiano le uova al mattino possono risultare una scelta vincente dal punto di vista delle colazioni proteiche. Le uova potranno essere sottoposte a diversi metodi di cottura, evitando il fritto. Anche la frutta secca può essere abbinata alla prima colazione, limitandosi al consumo in grammi consigliato al fine di non eccedere con il conteggio delle calorie totali.

Sempre in tema salato potranno essere consumati anche i classici fiocchi di latte magri, presenti nel reparto formaggio dei supermercati. Ottimi anche i frullati proteici disponibili nelle versioni sia a base di frutta che a base di verdura. Optando per i salumi si consiglia di far riferimento al prosciutto cotto o crudo sgrassati, oppure alla classica bresaola.