Home / Salute / Vasi Sanguigni, Cuore e Circolazione

Vasi Sanguigni, Cuore e Circolazione

Vasi sanguigni

Il sangue scorre entro un sistema di vasi chiusi comunicanti fra loro: le arterie, le vene, i capillari sanguigni.

Le arterie sono vasi dalla parete spessa, ricca di fibre muscolari e perciò elastiche. Contengono il sangue che ha ricevuto la poderosa spinta dal cuore e va verso la periferia.

Vasi Sanguigni, Cuore e Circolazione

Le vene hanno una parete meno spessa e robusta e portano il sangue dalla periferia al cuore. Le vene che vanno dei piedi al cuore, per contrastare la legge di gravità, presentano sulla loro parete interna valvole a nido di rondine, che si oppongono al riflusso del sangue verso il basso.

A livello di tessuti, i vasi diventano sottilissimi; la loro parete risulta formata da un solo strato cellulare, in modo da consentire gli scambi di sostanze tra le singole cellule e il sangue. Questi vasi vengono detti capillari

 

Il cuore

Il cuore è un muscolo molto robusto che spinge il sangue in circolo per tutto il corpo. È grande quanto il pugno di una persona e pesa circa 300 g. I battiti cardiaci sono circa 70 al minuto.



Il cuore è diviso in due metà, destra e sinistra, che non comunicano tra loro: a destra è contenuto il sangue venoso, cioè ricco di anidride carbonica, e a sinistra il sangue arterioso, cioè quello ricco di ossigeno. Ciascuna metà è poi divisa in due parti: un atrio superiore, al quale giunge il sangue dai vasi, e un ventricolo inferiore, dal quale il sangue viene spinto nei vasi.

Il cuore è in grado di contrarsi autonomamente. Nel suo ciclo cardiaco si verificano le seguenti fasi: gli atri dilatano (diastole) e si riempiono di sangue, quindi si contraggono (sistole) e spingono il sangue nel ventricolo sottostante; mentre gli altri si contraggono i ventricoli si dilatano (diastole) per ricevere il sangue; quindi si contraggono (sistole) per spingere il sangue dei vasi che portano al cuore.

 

La circolazione

Seguiamo il percorso del sangue entro i vasi. Il sangue venoso, raccolto nei capillari, confluisce nelle vene che lo portano all’atrio destro; da qui, attraverso una valvola, il sangue viene spinto nel ventricolo destro e, da questo, nelle arterie polmonari che lo portano ai polmoni.

Il sangue, cedendo agli alveoli polmonari l’anidride carbonica e ricevendo l’ossigeno, si trasforma in sangue arterioso che confluisce nelle vene polmonari e, attraverso queste, giunge all’atrio sinistro. Spinto attraverso una valvola, entra nel ventricolo sinistro che gli imprime una forte pressione verso l’arteria aorta. Questa si ramifica e porta il sangue arterioso a tutte le cellule, che riceveranno l’ossigeno e cederanno l’anidride carbonica.

Il percorso del sangue, dai tessuti al cuore e viceversa, viene chiamato grande circolazione; quello dai polmoni al cuore e viceversa, piccola circolazione.